Archivi tag: mototurismo

I 5 passi

Un’altra escursione tipica delle mie gite in montagna: i 5 passi del Trentino Alto Adige Est. Si parte da Bolzano, percorrendo la Val D’Ega e poi il passo Costalunga. Si sfila accando al lago di Carezza (troppe macchine, moto e persone) fino a raggiungere la Valle di Fassa. A questo punto è necessaria una piccola divagazione per raggiungere i piedi del ghiacciaio della Marmolada e fare una foto accanto al cartello del Passo Fedaia.

Tornati indietro sui propri passi si percorre il passo Pordoi, il Campolongo e quindi il Gardena. Sosta a Selva di Valgardena e rientro da Bolzano.

Alcuni commenti:

  • troppo, troppo, troppo traffico. Soprattutto di persone che non sono abituate alla guida in montagna e voglio salire sul Pordoi a 35km/h. O scendere solo di freni a 40km/h. State a casa.
  • Brutto spettacolo quello offerto da 3 turisti austriaci a bordo di macchine supersportive. Hanno percorso i passi lasciando lunghe sgommate in ogni dove e si sono prodigati in sorpassi ai limiti della decenza. Fate i buzzurri a casa vostra, ne abbiamo tanti dei nostri.
  • Ci si abitua molto facilmente alle temperature dei passi: sempre tra i 20 e 25 gradi. Quando siamo scesi a Bolzano ne abbiamo trovati 38. Abbiamo rischiato l’infarto.

Screenshot_2015-08-12-18-51-51 Screenshot_2015-08-12-18-51-58 Screenshot_2015-08-12-18-52-04

Notare la media in movimento, comprensiva del tratto autostradale Bolzano, Mezzocorona. Da fare venire i brividi!

Please follow and like us:
error

Frontone2015

Il raduno di Frontone, il “cimento invernale” è un appuntamento che apprezzo molto. Sono salito spesso per prendervi parte, qualche volta di  sabato e altre volte la domenica. La mia ultima partecipazione risale al 2011, anno in cui sbagliai tragicamente abbigliamento e mi trovai con 38 di febbre il giorno dopo. All’epoca ero in sella alla BMW F800GS

Quest’anno è andata molto meglio, sono salito con le solite temperature invernali (minima di 3 gradi), e sotto la pioggia. Sono tornato a casa passando per Serra San’Abbondio e Sassoferrato, sfiorando Genga e poi con la SS76. In tutto sono 190km, fatti in poco più di 3 ore. Non mi sono fermato molto al Castello, ero solo e non mi andava molto di stare in giro.

20150125_114710 IMG-20150125-WA0002

20150125_114811 20150125_114750

20150125_115512 20150125_114755

 

Due parole sull’abbigliamento utilizzato:

  • maglia e sottopantaloni tecnici Decathlon Kipsta;
  • Immancabile pile (sempre Decathlon);
  • Giacca e pantaloni Dainese con imbottitura;
  • Antipioggia SIDI in colore giallo K-OUT 3;
  • Sottocasco;
  • Scaldacollo preso al corso di adventureschool.

Il video della salita al Castello.

Please follow and like us:
error