Archivio mensile:Luglio 2019

Altra esperienza col volatile!

Non mi sono mai interessato molto al traffico satellitare. Vuoi per mancanza di spazio per le antenne, vuoi perché non si può fare tutto nella vita.
Recentemente mi sono nuovamente fatto incuriosire dalla ISS, per creare delle registrazioni da mostrare agli studenti del corso di “sistemi di telecomunicazione”.
L’idea è quella di mostrare loro gli effetti del rumore e le caratteristiche di un canale satellitare e di cogliere occasione per parlare di LEO, MEO e GEO.

Obbiettivo dell’esperimento: cercare di registrare un segnale audio decente dai passaggi della ISS, utilizzando il ricevitore SDR (Airspy Mini) che ho installato presso il mio ufficio e collegato ad una antenna Diskona della Hoxin (presa su ebay a circa 60 euro). Qualche problemino è emerso:
– ogni tanto la rete di casa faceva perdere qualche pacchetto di troppo;
– il segnale audio della ISS in modalità SSTV è piuttosto bassino;
– sono un cialtrone ad usare MMSSTV;
– ho avuto troppe difficoltà a salvare i dati in “banda base”, perdo frame. Questa cosa è da approfondire!

Malgrado tutti i limiti, anche quelli ambientali (fare acquisizioni con un lattante in braccio non è proprio agevole), qualche cosa nel paniere c’è rimasto. Tre immagini, piuttosto noisy e anche un po’ fuori sincronia. Per essere una “prima volta” best-effort, sono soddisfatto.

Please follow and like us:
error

Maltempo!

La notizia è sui giornali e sui telegiornali nazionali: siamo stati colpiti da una feroce ondata di maltempo che, localmente, ha creato non pochi danni.
La stazione meteo ha registrato dei dati interessanti, che sono riassunti da questo grafico.

Stazione meteo di casa

Il buco è dovuto al maltempo di mercoledi 10 luglio, che ha mandato in tilt il sensore di temperatura ed umidità. I dati interessanti sono relativi al crollo della temperatura il giorno 9 (martedi pomeriggio) quando, a dispetto delle previsioni, si sono “scatenati gli elementi. Il vento ha raggiunto picchi molto elevati, anche se la mia stazione è piuttosto “protetta”.

Stazione meteo casa.

Passata la “bufera” le temperature sono rimaste “basse” per tutta la giornata di mercoledi 10 (si sono alternate piogge di modesta e bassa intensità), che hanno avuto il minimo la mattina del giorno 11 alle ore 5.20: 16.2 gradi.

La stazione installata presso l’università mostra un andamento simile. Il primo grafico è su 7 giorni e consente di apprezzare anche il caldo torrido che ci ha interessato fino a lunedi 8. Il secondo grafico è su base due giorni e mostra chiaramente il crollo delle temperature.

Università, 7 giorni.
Università: due giorni.

A noi è andata molto bene, ce la siamo cavata con qualche fiore spezzato e un po’ di apprensione per gli oggetti in giardino. Considerando quello che si vede in TV siamo stati “graziati”.

Arriva la tempesta!
Please follow and like us:
error